tele verona
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Trovate le tele rubate al museo di Castelvecchio a Verona. Le indagini sul furto del 19 novembre 2015, che ha colpito nel cuore la città veneta ha finalmente portato non solo ad individuare i responsabili, ma anche a recuperare l’immenso patrimonio artistico trafugato. Si tratta di 17 dipinti, recuperati ad Odessa, città sul Mar Nero, in Ucraina. A renderlo noto è il comandante della polizia di frontiera ucraina, Viktor Nazarenko. Tra le tele rubate ci sono capolavori di Mantegna, Tintoretto, Rubens e Pisanello.
Il ritrovamento risale allo scorso 6 maggio ma si sa solo adesso. Le opere stavano per essere trasportate in Moldova da dove erano partite le indagini. Il 7 maggio una perizia ha confermato l’autenticità delle opere. Secondo quanto riferisce la polizia ucraina, erano state portate ad Odessa per sottrarle alle ricerche in corso in Moldova. Dovevano poi essere rivendute in Ucraina e Russia. Ma come sono arrivate in Ucraina? La banda responsabile del furto le aveva inviate, secondo l’agenzia Tass, usando i «trasporti postali internazionali». Il ritrovamento è avvenuto sull’isola di Turunciuk, sul fiume Dnestr, vicino alla Transnistria. I quadri erano nascosti tra folti cespugli verdi e chiusi in sacchi di plastica.
Per il successo dell’operazione si è complimentato con la polizia anche il presidente ucraino Petro Poroshenko.
Esultano anche l’intera città di Verona, in primis il sindaco Tosi, il governatore del Veneto Luca Zaia, il ministro FranceschiniPER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

NEI GIORNI SCORSI….
Arrestato Anatolie Burlac, uno dei due componenti ancora latitanti della banda che compì la rapina al museo di Castelvecchio a Verona il 19 novembre, quando vennero portati via 17 preziosi dipinti, tra i quali opere di Rubens, Mantegna e Tintoretto. Il romeno, inseguito da un mandato di cattura europeo, è stato rintracciato e arrestato in Romania. Gli investigatori, un pool formato dai carabinieri nel Nucleo tutela patrimonio culturale e poliziotti dello Sco e della squadra mobile di Verona, coordinati dalla Procura della Repubblica scaligera, hanno ammanettato il latitante al confine romeno, dove l’uomo stava cercando di entrare dalla Moldova. Al momento quindi risulta latitante una sola persona. Dei dipinti rapinati invece ancora nessuna traccia. Nei giorni scorsi gli investigatori, dopo un vertice all’Eurojust a L’Aja, si sono recati proprio nella Repubblica di Moldova per acquisire elementi utili per recuperare la refurtiva, che comprende sei opere di Tintoretto, una di Rubens, una di Mantegna, una di Pisanello, una di Jacopo Bellini e un’altra di Giovanni Bellini, più altre sei di autori ‘minori’, per un valore stimato attorno ai 20 milioni di euro. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Arrestato-in-Romania-uno-dei-presunti-rapinatori-del-museo-di-Castelvecchio-a-Verona-Dei-due-i-latitanti-ricercati-uno-e-ancora-ricercato-50c9533c-dc8e-42ed-a40b-6f221270c5cc.html