sesso in auto veneto


Scorrendo le notizie di cronaca di Vicenza negli ultimi giorni sembra di leggere la trama di un film porno. E’ già ormai noto il masturbatore seriale che da mesi ‘imbarazza’ le giovani donne vicentine estraendo il membro e applicandosi in un lavoro di autosoddisfacimento erotico (locuzione che usiamo per aggrapparci agli specchi ed evitare volgarità). Il giovane colpisce in diverse zone e compare all’improvviso, vestito con tuta e felpa. Oggi leggiamo invece di un curioso episodio accaduto ieri notte al condominio Campiello di viale San Lazzaro a Vicenza, già noto per episodi legati a spaccio di droga e prostituzione. Un uomo di 50 anni residente nel palazzo ha trovato una sorpresa davanti all’uscio di casa quando stava rientrando, la notte, a casa, dove la moglie lo stava aspettando. La coppia abita all’ottavo piano del famigerato condominio. Arrivato nel corridoio al piano ha notato che, davanti all’ingresso di casa sua vi erano tre individui, giovani, di colore, con i pantaloni abbassati e il membro in erezione. Appena i tre si sono accorti che il proprietario di casa stava arrivando, si sono rivestiti velocemente e sono fuggiti. L’uomo è entrato in casa ed ha notato dal balcone che i tre avevano raggiunto velocemente il piano terra ed usciti dal palazzo hanno inforcato le loro bici e fuggendo. La moglie, secondo la testimonianza fornita alla polizia, era in casa e non si era accorta di nulla. Non è chiaro cosa fossero in procinto di fare. Forse un appuntamento saltato con una prostituta, forse la speranza di vedere all’interno dell’appartamento attraverso lo spioncino. Ce ne faremo una ragione…

 

Non sono da meno nel Basso Vicentino, dove sembra che le giovani coppie amino consumare i loro incontri amorosi davanti a luoghi proibiti. E’ successo giovedì a mezzogiorno davanti al cimitero di Noventa Vicentina. Alcuni passanti hanno notato che dentro un’auto due giovani stavano amoreggiando. Vetri appannati, auto che ‘scorlava’, mugugni strani, mani che si alzavano e teste che si abbassavano. La cosa è stata segnalata anche nel gruppo Facebook ‘Sei di Noventa se…’ da parte di un altro utente. L’accostamento fra sacro e profano ha sempre sollecitato le fantasie (anche più morbose) degli uomini, ma in questo caso i due giovani hanno forse esagerato, visto l’orario, visto il luogo e visto che erano facilmente osservabili da chi si recava in cimitero. Noventa ha la fortuna di essere il paradiso della camporella perché situata in una zona di campagna e vicina ai Colli Berici ed Euganei. Evidentemente non basta.

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO