Mercoledì 24 giugno i carabinieri di Vicenza hanno effettuato un blitz al campo nomadi di viale Diaz a Vicenza. Una trentina di militari hanno passato al setaccio il campo. L’operazione era finalizzata al sequestro di beni. Sotto il mirino dei militari -secondo quanto riporta la testata vicentina Tviweb, la sproporzione fra redditi dichiarati (quasi nulli) e i beni in possesso dei nomadi (di cui non ci è stata data l’esatta quantificazione ma si è lasciato intendere ‘notevole’). Posti sotto sequestro beni per circa 120 mila euro dopo l’ok della magistratura di Vicenza. Si tratta dell’applicazione della norma antimafia che è già utilizzata diverse volte nel Sud Italia che aggredisce i patrimoni di persone pericolose che non giustificano con entrate lecite il proprio tenore di vita. L’indagine ha visto impegnato il reparto operativo dei carabinieri per un anno e mezzo ed ha ricostruito un decennio di introiti illeciti abbinati a dichiarazioni dei redditi pressoché nulle e acquisti al di sopra delle dichiarate possibilità.


Premesso che il prossimo 7 luglio avrà inizio in tribunale il procedimento per il vaglio dei requisiti di queste persone, al fine di stabilire se realmente hanno diritto di detenere il cospicuo patrimonio, il blitz di ieri è scattato perché, in attesa di tale data, due di questi nomadi hanno disperso una parte del loro patrimonio. In particolare, uno dei due ha via via svuotato un conto corrente con 125 mila euro, facendo ‘sparire’ 100 mila euro, mentre un altro nomade ha venduto una Mercedes del valore di 15 mila euro. Di fronte al pericolo di un’ulteriore dispersione dei beni i carabinieri hanno inviato un’informativa alla procuratore della Repubblica che ha sua volta l’ha inoltrata al giudice Gianesini, il quale ha applicato un decreto di sequestro d’urgenza. Ieri in via Diaz sono state così sequestrate un’automobile Mini Cooper nuova di zecca del valore di 30 mila euro, 5 telefonini, un pc, una tv digitale e sono stati congelati tutti i conti correnti. Non solo, a Garbagnate Milanese è stato sequestrato un terreno di 2400 mq.
EbreoErrante