VICENZA – IL COMUNE TOGLIE L’ELETTRICITA’ AI NOMADI

VICENZA – IL COMUNE TOGLIE L’ELETTRICITA’ AI NOMADI

Tensione al campo nomadi di viale Cricoli a Vicenza. Oggi è infatti il giorno del distacco dei contatori per il mancato pagamento pagamento delle utenze. Dispiegamento di forze di polizia locale, questura e carabinieri e chiusura di viale Cricoli per almeno un’ora a partire dalle 10. I tecnici AIM hanno provveduto a chiudere le utenze, in totale 23, non senza qualche difficoltà visto che i nomadi si sono incatenati alle centraline.
Venti donne e bambini, alcuni neonati in fasce, si sono incatenate al cancello della centralina elettrica. Dalle otto e mezza alle dieci e mezza di stamattina i tecnici della multiutility Aim, mandati dal Comune a staccare le utenze elettriche alle circa 23 famiglie del campo (90 abitanti in totale), sono rimasti fuori per la protesta clamorosa dei residenti. Dopo la chiusura è però iniziata una difficile contrattazione. La Caritas di Vicenza si è infatti proposta come garante per il mantenimento di cinque ‘utenze’ sensibili, che riguardano famiglie con bambini piccoli, un disabile ed un’anziana malata. Condizione, definire entro sette giorni un piano di rientro dei debiti accumulati. A quel punto, secondo le indiscrezioni, le altre famiglie si sono opposte all’iniziativa proclamando: “O tutti o nessuno”. I tecnici AIM con qualche difficoltà stanno quindi cercando di ristabilire le utenze per le cinque famiglie in questione.



Venetian