zaia venetian post


Ancora na volta la question Mare Nostrum fa rabiare i politici veneti. Zaia sè incaza come na vipera. Ieri el ga difuso un comunicato nel quale el dise che in Veneto ga da comandare i Veneti e che non esiste che el Governo comunica tramite la stampa che per ospitare i migranti de Mare Nostrum vegna requisii dei edifici publici.
“Sè ora de finirla -dise Zaia- con questa vergognosa ipocrisia de l’ospitalità selvagia, che ga moso za 150 mila disperà, fasendoghe pensare che qua ghe sia agi e bengodi”. “El Veneto ga za fato -el dise- e el ga dimostrà de non esere razista ma una tera de acoglienza anca parché ghemo za ospità mezo milion de imigrati, gente par ben, con un progeto de vita e sincerso spirito de integrazion, che lavora e contribuise par el 5% al pil regionale. So fioi dei imigrati studia ne le nostre scole e 40 mila persone sè sta za travolte da la crisi, ga perso el lavoro” Per cui no ghe sè più posto.
“Sè insensà e da fora de testa – continua el governatore- iludere l’altra sponda del Mediteraneo, diventando tassisti dei scafisti, senza gnanca un progeto. Nel semestre europeo de l’Italia, dovevimo dimostrare de contare qualcosa. Bisognava andare a Brusel e pestare i piè”.